0
dss 0
0 0,00€
Il carrello è vuoto!

Il metodo Bright Side - Foglietto illustrativo

A quanto pare il 2016 è stato un anno pesante per molti. Molti chi, poi? In Italia, nel mondo? Come si circoscrive questa sfigatissima cerchia di persone che non vedeva l’ora di mandar via l’anno in corso a colpi di tappo di champagne? 
Probabilmente un ruolo lo ha avuto il bizzarro (quanto ahinoi fisiologico) fenomeno della dipartita di diversi personaggi famosi e parecchio influenti sulla cultura degli ultimi decenni; altri oggettivi accadimenti storici non proprio felicissimi e rassicuranti hanno poi aumentato quella sensazione di “annus horribilis” e fatto sì che si amplificassero anche gli accadimenti infausti delle singole vite di ognuno. 
Insomma, un mix di psicosi collettiva e dati oggettivi ha fatto sì che si riponessero nel benedetto 2017 parecchie speranze. 
Cosebelle (1)

Ma vi svelerò un segreto (ovviamente di Pulcinella), cari lettori: fra tutti gli oggettivi accidenti e le oggettive fortune dell’universo, la differenza può farla – e di molto – il vostro atteggiamento. 

Lo dicevano – cioè, lo cantavano – anche i Monty Python nel bellissimo “Brian di Nazareth”: “Always look on the bright side of life”, guarda sempre il lato positivo della vita. E lo cantavano, fischiettando, mentre stavano tutti in croce. “Quando stai rimuginando, non brontolare: fischietta, e questo aiuterà le cose ad andare per il meglio”. 

Questo non significa mettersi degli occhiali con le lenti rosa e non capire più niente. Ma cercare qualcosa di buono sarà sicuramente un modo migliore di impegnare il cervello anziché lasciarlo perso solo in elucubrazioni su quello che non va. 
Perciò, da brava succursale profana della mia amatissima Farmacia Serra, proverò anche io a fornire una piccola cura a chi avrà la bontà di capitare in questa finestra di tanto in tanto: una dose settimanale di “Bright Side”, una cosa bella vista o accaduta durante la settimana che volge al termine. Non sarà una vera medicina, ma magari aiuta ad allenarsi a guardare tutto da una prospettiva un poco più ampia e meno infelice. 

(Hillary Clinton mentre prova il metodo Bright Side dopo la débacle elettorale.) (Hillary Clinton mentre prova il metodo Bright Side dopo la débâcle elettorale.)

“Ce la possiamo fare a farcela”, dunque. Anche se vi svelo che, per il nostro pianeta, il 2016 non è stato in fondo un anno così terribile: secondo un articolo rimbalzato qua e là per l’internet, sono successe addirittura (almeno) 99 cose belle. Se al pianeta su cui viviamo non è andata poi così male, magari anche per noi è stato meno peggio di quanto pensiamo. 
Secondo me la lista ne include 99 e non 100 perché è stato un anno così balordo che non ci ha concesso neanche una lista come si deve, ma fingerò di ignorare questo sospetto e chiuderò questa prima somministrazione di Bright Side con nove cose di quella lista di novantanove cose belle per la Terra nel 2016. 

  1.  Le emissioni globali di carbonio da combustibile fossile non sono cresciute nel 2016. È il terzo anno di fila che ciò accade. 
  2.  Nel 2016 il Costa Rica si è alimentato esclusivamente con energie rinnovabili per oltre cento giorni. Il suo prossimo obiettivo è riuscire a eliminare i combustibili fossili per un anno intero. 
  3. Rispetto al 2006, il buco nell’ozono risulta essersi ristretto di più di 3,9 milioni di chilometri quadrati. Secondo gli scienziati, dovrebbe chiudersi completamente entro il 2050. 
  4. Dalle ricerche risulta che l’inquinamento acido nell’atmosfera è sceso quasi ai livelli degli anni Trenta, precedenti alla grande industrializzazione. 
  5. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato una relazione secondo cui, dal 2000, le morti complessive per malaria sono scese fino al 60%.
  6. Alcuni studî pubblicati nel 2016 dimostrano che le leggi antifumo hanno migliorato la salute degli abitanti di ventuno nazioni. 
  7. La fame nel mondo ha raggiunto la sua percentuale più bassa degli ultimi 25 anni. 
  8. Il 25% dei paesi europei ha annunciato di aver abbandonato l’uso del carbone per la produzione di energia. 
  9. L’Italia ha raggiunto gli altri grandi stati occidentali nel riconoscimento delle unioni fra persone dello stesso sesso. 

 

Adele M.

 


Ci sono 0 commenti relativi al post "Il metodo Bright Side - Foglietto illustrativo"
Rispondi
La tua email non verrà resa pubblica
Invia Commento
Farmacia Serra Genova © 2017 p. iva: 03560480109