0
dss 0
0 0,00€
Il carrello è vuoto!

31 Maggio giornata mondiale contro il fumo: perché è importante.

mondiale tabacco
La giornata mondiale contro il fumo è importante perché ci permette di approfondire diversi aspetti non molto noti sulla pericolosità del fumo per la salute dei fumatori e di chi li circonda.
 
  • Il tabacco uccide più di 7 milioni di persone ogni anno.
  • Più di 6 milioni di tali morti sono il risultato del consumo diretto del tabacco.
  • Circa 890 000 morti sono il risultato dei non fumatori che sono esposti al fumo passivo.
Quasi l'80% dei più di 1 miliardo di fumatori del mondo vive in paesi a basso e medio reddito. Principali cause di morte, malattia e impoverimento. Gli utenti del tabacco che muoiono prematuramente privano le loro famiglie di reddito, aumentano i costi di assistenza sanitaria e ostacolano lo sviluppo economico.
In alcuni paesi, i bambini provenienti da famiglie povere sono spesso impiegate nell'agricoltura del tabacco per fornire reddito familiare. Questi bambini sono particolarmente vulnerabili alla "malattia del tabacco verde", causata dalla nicotina assorbita dalla pelle dalla manipolazione di foglie di tabacco umido. La sorveglianza è la chiave. Il buon monitoraggio tiene conto dell'estensione e del carattere dell'epidemia del tabacco e indica come meglio regolare le politiche. Solo 1 su 3 paesi, che rappresentano un terzo della popolazione mondiale, controlla l'uso del tabacco ripetendo almeno ogni cinque anni i sondaggi rappresentativi di giovani e adulti nazionali. 
Il fumo passivo  è il fumo che riempie ristoranti, uffici o altri spazi chiusi quando la gente brucia i prodotti del tabacco come sigarette, e tubi d'acqua.
  • Ci sono più di 4000 sostanze chimiche nel fumo di tabacco
  •  250 sono note per essere nocive
  • più di 50 sono note per causare il cancro.

Effetti del fumo passivo.

  • Negli adulti provoca gravi malattie cardiovascolari e respiratorie, compresa la malattia coronarica e il cancro ai polmoni.
  • Nei neonati, provoca morte improvvisa.
  • Nelle donne in gravidanza, provoca un basso peso alla nascita.

Nel 2004 i bambini hanno rappresentato il 28% delle morti attribuibili al fumo passivo.

Ogni persona dovrebbe essere in grado di respirare l'aria senza tabacco. Le leggi senza fumo proteggono la salute dei non fumatori, sono popolari, non danneggiano l'attività e incoraggiano i fumatori a smettere.

  • Più di 1,3 miliardi di persone, ossia il 18% della popolazione mondiale, sono protetti da leggi nazionali complete di fumo.
  • Solo 29 paesi, che rappresentano il 12% della popolazione mondiale, hanno totalmente vietato tutte le forme di pubblicità, promozione e sponsorizzazione del tabacco.
Quindi circa  un paese  su 3 ha poche  o nessuna restrizione per la pubblicità, la promozione e la sponsorizzazione del tabacco.
  • Le tasse sul tabacco sono il modo più redditizio per ridurre l'uso del tabacco, soprattutto tra i giovani e i poveri.
  • Un aumento delle imposte che aumenta i prezzi del tabacco del 10% diminuisce il consumo di tabacco di circa il 4% nei paesi ad alto reddito e circa il 5% nei paesi a reddito medio e medio.

Anche così, le imposte sul tabacco elevate sono una misura che viene raramente attuata.

  • Solo 33 paesi, con il 10% della popolazione mondiale, hanno introdotto tasse sui prodotti del tabacco in modo che più del 75% del prezzo al dettaglio sia fiscale.
Le entrate fiscali sul tabacco sono in media 269 volte superiori alla spesa per il controllo del tabacco, sulla base dei dati disponibili.
Il commercio illecito di prodotti del tabacco rappresenta importanti preoccupazioni di salute, di sicurezza e di sicurezza in tutto il mondo.
 
  • Si stima che 1 su ogni 10 sigarette e prodotti del tabacco consumati a livello globale sia illegale.

Il mercato illecito è sostenuto da vari attori, che vanno dai piccoli commercianti alle reti criminali organizzate coinvolte in armi e traffico di esseri umani.

L'evasione fiscale  (illeciti) mina l'efficacia delle politiche di controllo del tabacco, in particolare le imposte sul tabacco più elevate. Queste attività vanno da azioni legali, come l'acquisto di prodotti del tabacco nelle giurisdizioni fiscali inferiori, a quelle illegali come il contrabbando, la fabbricazione illecita e la contraffazione. L'industria del tabacco e altri spesso sostengono che le tasse di prodotti del tabacco elevate portano all'evasione fiscale. Tuttavia, l'evidenza dimostra che i fattori non fiscali, tra cui una governance debole, un elevato livello di corruzione, un impegno di governo improprio per combattere il tabacco illecito, l'amministrazione doganale inadeguata e l'amministrazione fiscale, nonché i canali informali di distribuzione dei prodotti del tabacco, sono spesso uguali o maggiori.
Esiste un ampio accordo sul fatto che il controllo del commercio illecito porta dati positivi  sul consumo del tabacco e della sanità pubblica e comporta vantaggi più ampi per i governi.
 
Se attuato questo ridurrà le morti premature causate  dall'uso del tabacco e aumenterà i redditi delle imposte per i governi. Fermare il commercio illecito di prodotti del tabacco è una priorità sanitaria e si può realizzare. Ma per farlo richiede un miglioramento dei sistemi di amministrazione fiscale nazionali e subnazionali e della collaborazione internazionale.
Il protocollo WHO FCTC per eliminare il traffico illecito dei prodotti del tabacco (ITP) è la politica chiave per la riduzione dell'uso del tabacco e delle conseguenze economiche e sanitarie.
Pur dichiarando pubblicamente il suo sostegno all'azione contro il commercio illecito, il comportamento dietro le quinte del settore del tabacco è stato molto diverso.
I documenti industriali interni rilasciati a seguito di casi giudiziari dimostrano che l'industria del tabacco ha attivamente incoraggiato il commercio illecito a livello mondiale.
Funziona inoltre bloccare l'attuazione delle misure di controllo del tabacco, come gli aumenti fiscali e gli avvertimenti pittorici sulla salute, sostenendo in modo fuorviante che alimentano il commercio illecito. L'esperienza di molti paesi dimostra che il commercio illecito può essere affrontato con successo anche quando le tasse e i prezzi del tabacco sono aumentati, con conseguente aumento delle entrate fiscali e riduzione del consumo di tabacco. L'attuazione e l'applicazione di forti misure per il controllo del commercio illegale aumentano l'efficacia delle tasse e dei prezzi del tabacco in maniera significativa, nonché delle forti politiche di controllo del tabagismo, della riduzione dell'uso del tabacco e delle conseguenze economiche e sanitarie.
 
  • L'OMS si impegna a combattere l'epidemia globale del tabacco. La Convenzione Quadro OMS sul controllo del tabacco (OMS FCTC) è entrata in vigore nel febbraio 2005 e ha oggi 180 partecipanti che coprono più del 90% della popolazione mondiale.

L'OMS FCTC è una pietra miliare nella promozione della salute pubblica. Si tratta di un trattato basato sulle prove che riafferma il diritto delle persone al più alto livello di salute, fornisce dimensioni legali alla cooperazione sanitaria internazionale e stabilisce standard elevati per la conformità.

Nel 2008, l'OMS ha introdotto un modo pratico e conveniente per ridurre l'attuazione delle principali disposizioni di riduzione della domanda dell'OMC FCTC sul terreno: MPOWER. Ogni misura MPOWER corrisponde ad almeno una disposizione della Convenzione quadro dell'OMS sul controllo del tabacco.
 
Le misure MPOWER sono:
  1. Monitorare le politiche di utilizzo e prevenzione del tabacco
  2. Proteggere le persone dall'uso del tabacco
  3. Offrire aiuto per uscire dal tabacco
  4. Avvertire dei pericoli del tabacco
  5. Fornire dei divieti sulla pubblicità, la promozione e la sponsorizzazione del tabacco
  6. Alzare le imposte sul tabacco.

Ci sono 0 commenti relativi al post "31 Maggio giornata mondiale contro il fumo: perché è importante."
Rispondi
La tua email non verrà resa pubblica
Invia Commento
Farmacia Serra Genova © 2017 p. iva: 03560480109