0
dss 0
0 0,00€
Il carrello è vuoto!

Anziani e farmaci: aumenta il rischio di sovradosaggio.

In Italia gli anziani sempre più a rischio per i farmaci.

Gli ultra65enni sono oltre il 21 % della popolazione totale, e sono destinati a superare il 33% entro 20 anni.

Il 60 per cento dei farmaci sono assunti dagli over 65 anni. Un over 65 su dieci è ricoverato per gli effetti collaterali e le complicanze dovute a un errato utilizzo di farmaci o a trattamenti medici non corretti.

Il 15 % dei pazienti con più di 75 anni, in cura per ipertensione, iperlipidemia o diabete – in tutto si parla di 150mila anziani – ha sperimentato sulla propria pelle almeno un episodio di doppia prescrizione involontaria di due sostanze identiche consigliate da due medici diversi.

Le malattie cardiovascolari sono responsabili dell’80 % delle morti nella popolazione tra i 65 e i 75 anni, del 60% di quelle dai 75 anni in su.

Circa il 50 % dei decessi in Italia avviene tra i 65 e gli 84 anni (157.847 uomini e 124.258 donne nel 2014), principalmente per malattie ischemiche e cerebrovascolari.

Tra i primi 30 farmaci più prescritti, ben 19 hanno azione riguardante  l’apparato cardiovascolare (ace-inibitori, sartani, statine, calcio antagonisti e beta-bloccanti).

La categoria degli anziani è quella che consuma più farmaci in assoluto: sopra agli 80 anni, quasi il 40 % degli anziani soffre di tre o più disturbi. Questo porta a un conseguente aumento dell’assunzione cronica di farmaci. 

A quasi un milione e mezzo gli anziani vengono prescritti 10 o più farmaci. 

  • Tra i 65 e i 74 anni si consumano ogni giorno in media 2,8 dosi unitarie di medicinali.
  • Tra i 75 e gli 84, il 55 % dei pazienti sono trattati con 5-9 farmaci, il 14 % con 10 o più farmaci.

Il numero delle interazioni tra farmaci cresce con una progressione matematica: 

l’assunzione di 3 medicine porta la probabilità di interazioni a 3, ma già con sei farmaci le interazioni possibili salgono fino a 15, e con dieci farmaci addirittura a 45.

Vi riportiamo questi dati che emergono dal 5° Seminario Nazionale di SICGe, la Società Italiana di Cardiologia Geriatrica che ha sollevato la problematica della duplicazione delle terapie legata soprattutto alla carente comunicazione tra medici, pazienti e familiari.

Per questo oltre alla consulenza di noi farmacisti che vediamo lo stesso paziente proveniente dal consulto con più medici vi segnaliamo l'esistenza dal primo luglio di un Numero Verde dedicato agli over65, l’800894140, che fornisce assistenza e consigli sulle patologie cardiologiche, sui centri a dove rivolgersi, sui farmaci e le terapie più appropriate.

Inoltre grazie anche all'accordo con Federanziani per potenziare l'informazione sul sito della SICGe Community  ci sono numerose  informazioni e consigli utili per la prevenzione e la cura delle malattie cardiovascolari, e poi ancora la possibilità di usufruire di filmati informativi, e di consultare gli elenchi dei centri di eccellenza.
 
Insomma sono numerosi i modi per trovare informazioni pratiche, utili e certificate per migliorare la conoscenza e la consapevolezza che con i farmaci va fatta molta attenzione specialmente per gli anziani che ne utilizzano molti.

Ci sono 0 commenti relativi al post "Anziani e farmaci: aumenta il rischio di sovradosaggio."
Rispondi
La tua email non verrà resa pubblica
Invia Commento
Farmacia Serra Genova © 2017 p. iva: 03560480109