0
dss 0
0 0,00€
Il carrello è vuoto!

Paracetamolo: rischio di avvelenamento e danni al fegato. Cosa fa la Francia per prevenire.

9-2_paracetamolo1

Se ci seguite sapete che non siamo abituati ad  allarmare sull' uso dei farmaci ma ci piace ricordare che sono "armi" e che vanno usate con cautela. Per questo vi raccontiamo quello che succede a pochi Km da noi in Francia riguardo ad una molecola il paracetamolo ( Tachipirina, Efferalgan, Acetamol) che viene unanimemente considerata erroneamente  non dannosa  forse perché è una della poche utilizzabili in gravidanza.

Intanto un pro memoria sul fatto che il paracetamolo da 1 gr sia in Italia acquistabile solo con ricetta medica a parte le supposte che sono Sop.

Qual'è il dosaggio massimo quotidiano di paracetamolo?

Ovviamente va stabilito con il medico ma solitamente non si dovrebbero superare i 3 grammi.

Quali sono i sintomi da avvelenamento da Paracetamolo e quando avviene ?

Si verifica generalmente entro 24 ore dopo l'assunzione di più di 4 grammi, oppure con una assunzione troppo ravvicinata nel tempo della sostanza. Causa nausea e vomito, a volte accompagnati da sudorazione e letargia. Spesso compaiono anche dolori sul lato destro che possono essere segnale di sofferenza epatica.

Quali sono i danni a carico del fegato

Nei casi più gravi viene distrutto in pochi giorni, le  conseguenze sono  gravissime: insufficienza epatica, sanguinamento, edema cerebrale e infiammazione del cervello.

Perché l'ANSMN (agenzia del farmaco francese) è intervenuta?

  • Il paracetamolo è la seconda sostanza a causare chiamate al centro antiveleni dopo il bromazepam (un tranquillante).
  • Il sovradosaggio è la prima causa di trapianto di fegato indotta da farmaci.
  • Ci sono già stati decessi per epatite fulminante  causata probabilmente  da paracetamolo.

Cosa ha fatto per prevenire ?

  • Il paracetamolo in commercio in Francia contiene al massimo 8 grammi per scatola ( da noi arriviamo abitualmente a 16).
  • Nei prossimi mesi tutte le confezioni di paracetamolo avranno una scritta come per le sigarette "Il sovradosaggio può distruggere il fegato".
  • Per i medicinali che contengono il paracetamolo in combinazione con altri principi attivi  l'alert riguarderà il fatto di non assumere altro paracetamolo. 

Come ridurre il rischio di intossicazione?

Limitando il consumo di alcol. L'alcol è detossificato dal fegato secondo lo stesso meccanismo del paracetamolo.

Quali sono gli antidoti?

  • Intervenire con carbone attivo, ma solo se entro un'ora dall'assunzione del farmaco.
  • L' antidoto è l’acetilcisteina, soprattutto se usata entro 8-10 ore ovviamente dietro controllo medico.

In conclusione

Usate il paracetamolo con cautela perché se poco fa bene troppo uccide.


Ci sono 0 commenti relativi al post "Paracetamolo: rischio di avvelenamento e danni al fegato. Cosa fa la Francia per prevenire."
Rispondi
La tua email non verrà resa pubblica
Invia Commento
Farmacia Serra Genova © 2021 p. iva: 03560480109