0
dss 0
0 0,00€
Il carrello è vuoto!

Astragalo: per cosa si usa, benefici e controindicazioni.

9-17_astragalo
La pianta di oggi è l’Astragalo, Astragalus membranaceus fa parte della famiglia delle Fabacee è diffusa in tutte le zone temperate dell’emisfero boreale.
Droga
Le proprietà dell’Astragalo risiedono tutte nella radici e  sono  sfruttate
da  tempi  antichi  sia  nell’arte  medica  europea  sia  nella 
Medicina  Tradizionale Cinese.
L'azione è  dovuta alla presenza di saponine triterpeniche, flavonoidi, amine piogene e polisaccaridi (Astragalani I, II, III; Astraeterosaccaridi
1,2).
In particolare, i polisaccaridi (1-4 e 1-6 alfa-glucani) stimolano
  il  sistema  immunitario,  rinforzando  i  naturali  meccanismi di
difesa dell’organismo nei confronti di infezioni.
Indicazioni.
L’Astragalo  è  infatti  una  delle  più  importanti  piante  immunostimolanti  della flora  europea,  impiegata nella prevenzione e nella cura
dei disturbi stagionali.
In particolare si fa notare per l' azione contro i virus che causano le più comuni malattie da raffreddamento tosse, raffreddore , febbre, ma anche su quelli che causano patologie più gravi come l’influenza aviaria e l’epatite B.
Questa efficacia è dovuto ai polisaccaridi in grado di contrastare l’atrofia di organi quali milza,timo e linfonodi intestinali, di favorire la capacità fagocitaria e la trasformazione dei linfociti T.

 

Azione tonica, energizzante ed adattogeno:
possiede proprietà adattogene, perché aumenta la crescita,
il metabolismo e la longevità delle cellule, abbassando il consumo di
ossigeno nei mitocondri e innalzando la soglia di resistenza ai fattori
di stress. Per queste ragioni è indicata per contrastare periodi di
stanchezza, affaticamento, astenia e nelle convalescenze, soprattutto
dopo trattamenti antibiotici.

 

Nello specifico, l’attività antiradicalica, dovuta non solo alle
proprietà dei flavonoidi ma anche alla frazione polisaccaridica, è data
dall’aumento dell’attività degli enzimi antiossidanti (in particolar
modo: SOD, CAT, GSH-Px), utile soprattutto come epatoprotettivo.
Nel diabete la somministrazione orale può coadiuvare il trattamento clinico di quello  di tipo 2 (con un buon profilo di sicurezza) riducendo il
dosaggio e gli eventuali effetti collaterali delle terapie
tradizionalmente utilizzate.Infine, l’Astragalo potrebbe aiutare a contrastare l’aumento della pressione sanguigna.
Posologia.
  • Si può trovare sotto forma di Tintura madre  solitamente per azione stimolante e preventiva 30 gocce  al giorno. In fase acuta febbre, raffreddore 40 gocce 2 volte al giorno.
  • Se parliamo di estratto secco usato come preventivo 500mg 1 volta al giorno, in fase acuta  600-800 2 volte al giorno.

Controindicazioni.

Abbassando la pressione è controindicato in chi la ha già bassa, su gravidanza ed allattamento non abbiamo esperienza e quindi non lo impieghiamo.

Curiosità
La pianta condivide il suo nome anche con un osso del piede, 
probabilmente per la forma dei fiori, che somigliano a calcagni.
 
 

Ci sono 0 commenti relativi al post "Astragalo: per cosa si usa, benefici e controindicazioni."
Rispondi
La tua email non verrà resa pubblica
Invia Commento
Farmacia Serra Genova © 2019 p. iva: 03560480109