0
dss 0
0 0,00€
Il carrello è vuoto!

Maitake o Grifola Frondosa: come si usa perché funziona sulle difese immunitarie.

grifolaLa Grifola frondosa o Maitake in
Giapponese  fa parte della famiglia dei Basidiomiceti.
Si trova per sfruttarne la sinergia di azione sul sistema immunitario impiegato con altri funghi nell’ Immunomush2.
 
Droga

Rispetto ad altri funghi, il Maitake contiene polisaccardi (β-1,6 e β 1,3 glucani) con un elevato grado di ramificazione. Poichè la capacità di attivazione del sistema immunitario aumenta con la complessità di struttura ed con il peso molecolare, tale caratteristica lo rende efficace

nello stimolo immunitario.
 
Indicazioni
Non ci sono prove scientifiche delle indicazioni che vengono mutuate
dall’ impiego in medicina cinese e giapponese.
Il Maitake ha due principali campi di azione: l’area
immunitaria e quella metabolica.
 
In particolare, stimola la produzione di citochine da parte dei macrofagi e delle cellule NK e  il numero e l’efficacia dei linfociti T citotossici. 
In alcuni tumori è stato impiegato per la presunta azione antitumorale dei polisaccaridi di questo fungo in termini di rallentamento della crescita. Il
Maitake può essere anche somministrato in contemporanea
con la chemioterapia per cercare di ridurne gli effetti collaterali. 
Oltre ad essere considerato un tonico adattogeno in grado di riequilibrare
la funzioni dell’organismo, ha evidenti effetti sul trattamento di
patologie metaboliche, quali il diabete di tipo II, l’ipertensione,
il sovrappeso e il profilo lipidico.
 
Contribuisce infatti a ridurre l’accumulo di lipidi nel fegato e nei tessuti in quanto stimola l’organismo ad utilizzare gli alimenti limitandone il deposito sotto forma di grassi e migliorando la termogenesi.
Per il Maitake è stata descritta anche un’azione di inibizione della 
sintesi dei triglicerdi e una riduzione dei livelli di colesterolo ematico.
 
Favorendo l’aumento della sensibilità periferica all’insulina e
della tolleranza al glucosio, attiva il metabolismo del glucosio
aiutando a stabilizzare la glicemia. Altri studi hanno dimostrato
come il Maitake favorisca l’assimilazione del calcio, rinforzando
ossa e tessuto connettivo
 
Controindicazioni.
In caso di malattie autoimmuni, disturbi emorragici e interventi chirurgici programmati.
 
Gravidanza ed allattamento.
Non ci sono evidenze sull’ uso, quindi è consigliabile chiedere al medico.
 
Curiosità.
Deve il suo nome  “fungo che danza”,  a 2 motivazioni sia perché
la sua forma ricorda un volo di farfalle sia perché quando le persone nell’antichità lo trovavano nei boschi danzavano di gioia sapendo che i signori feudali lo avrebbero pagato con l’equivalente del peso in argento.

Ci sono 0 commenti relativi al post "Maitake o Grifola Frondosa: come si usa perché funziona sulle difese immunitarie."
Rispondi
La tua email non verrà resa pubblica
Invia Commento
Farmacia Serra Genova © 2019 p. iva: 03560480109