0
dss 0
0 0,00€
Il carrello è vuoto!

Cosa fare a Genova Sabato 22 e Domenica 23 Febbraio.

genova
Palazzo Ducale 22 e 23 Febbraio
Vintage Kilo Sale - Genova - VinoKilo

Vintage Kilo Sale a Genova: l'evento imperdibile per gli amanti del Vintage di tutte le età.

VinoKilo è pronto a portare le migliori marche degli anni '60, '70, '80 e '90 a Genova, insieme a tanta buona musica, street food e intrattenimento per tutta la famiglia con workshop e altre iniziative adatte ai più piccoli ma anche ai più grandi. Insomma, un evento adatto a tutte le età.

Con VinoKilo lo shopping diventa eco-friendly: camicie, giacche, trench e molto altro sono i protagonisti della nuova moda sostenibile. Ampia scelta di taglie e colori, accessori unici, area chill per rilassarsi (perché anche durante lo shopping si ha diritto ad una pausa) e molto altro. Il tutto in compagnia di un energetico Dj set/live band.

Durante il nostro evento sarai tu a scegliere quanto spendere. Come? Semplice, tutti i nostri Tesori Vintage sono venduti al chilo permettendo flessibilità e libertà nell’acquisto.

Hai capito bene! Ad esempio: all’interno del nostro evento 1Kg di abiti ti costerà 35€.

Potrai accedere al nostro evento tramite i numerosi biglietti gratuiti; in caso fossero sold-out, ricordati che potrai sempre acquistarne uno all’entrata al costo di 3€.

Ti aspettiamo il 22 e il 23 febbraio al Palazzo Ducale per scoprire tutti i nostri Tesori Vintage e partecipare alla caccia al tesoro più entusiasmante d’Europa.

Per prenotazioni.

Teatro Carlo Felice Dal 20.02.2020  al 23.02.2020
 

Dal 20 al 23 Febbraio presso il Teatro Carlo Felice andrà in scena Notre Dame de Paris, uno tra i più apprezzati spettacoli teatrali mai realizzati, tratto dall'omonimo romanzo di Victor Hugo.

Notre Dame de Paris, dopo aver appassionato più di 4 milioni di spettatori solo in Italia, torna a far sognare con nuove imperdibili tappe tra cui Genova. Tre giorni per ammirare un capolavoro teatrale senza tempo.

Museo d'Arte Orientale Edoardo Chiossone
22.02.2020 16:30

Dressing with Nakahara
perform. di Dollworld su Jun'ichi Nakahara con Armenia

DRESSING WITH NAKAHARA è il terzo appuntamento TJV è con Jun'ichi Nakahara (1913-1983), illustratore, grafico, editore di diverse riviste femminili, creatore di abiti e bambole.

E’ una figura importante del Giappone del ‘900 per la vasta diffusione della sua opera. Nella prima metà del secolo scorso con le sue illustrazioni definisce un carattere che avrà seguito nella rappresentazione femminile dei manga, i cosiddetti “grandi occhi” che disegna alle ragazze, snelle e dai tratti delicati.

Nel dopoguerra del secondo conflitto mondiale, mentre il Giappone  viveva gli effetti di una sconfitta bruciante e distruttiva, contribuisce a mitigare la sofferenza delle giovani donne, realizzando riviste che insegnavano loro i dettami dell’estetica, della moda e dell’arredamento della casa, fornendo loro gli elementi per resistere e rinnovarsi.

Emblematica è l’immagine del 1960 della ragazza che abbina ai tratti orientali quelli di Audrey Hepburn. Figura importante, come ci testimonia il giovane Kenzo Takada, che poi diventerà lo stilista Kenzo, e che, ancora povero e sconosciuto studente, arriva fino alla casa di Nakahara, senza poi trovare  il coraggio di avvicinare il suo idolo.

Con  la sigla Dollworld, Angela Mambelli persegue dal 1995 un progetto di installazioni a tema per comporre un racconto attraverso gli oggetti.
Questi “miniambienti”, esposti in mostre a tema o allestiti in tempo reale, diventano parte integrante di performance e video realizzati  con il gruppo Fludd, attivo nell’ambito di arti visive e ricerca musicale. In scena le ministanze, arredate sotto l’occhio di una microcamera, generano, grazie alla proiezione su monitor e grandi schermi, un effetto straniante sul rapporto dimensionale tra uomo e oggetto.
Dollworld offre così al visitatore le stanze di uomini e donne (scrupolosamente assenti) che ascoltano musica, si truccano, litigano e si amano.
Così, in una macchia di luce calda sull’azzurro-nero del palco, mentre una donna sistema una piccola sedia tra mura di cartone, nel video, scena dentro scena, due enormi mani calano lo stesso oggetto in una stanza, che potrebbe essere la nostra.

Armenia è un musicista elettronico indipendente, parte della scena dell'underground genovese da molti anni, coniugando un approccio istintivo e intuitivo con la cura meticolosa di un quadro sonoro avvolgente ed emotivo.
La ripetizione seriale e al contempo la ricerca della differenza sono due cifre stilistiche dominanti. L'attenzione alla percezione del mondo e all'interpretazione dell'Essenza traspare dalle singole composizioni. Sperimenta con la danza contemporanea e la contaminazione tra stili e discipline.

Duplex Ride mail: dplxride@gmail.com
sito: http://duplexridegenova.wordpress.com
news: www.facebook.com/Duplexride
video live: www.youtube.com/DuplexRide

Castello D'Albertis  Dal 25.10.2019  al 23.02.2020
Il paesaggio sacro nordamericano

Douglas Beasley  torna dopo oltre 10 anni di viaggi fotografici tra i Lakota ed i Sioux alla ricerca della visione, continuando il progetto omonimo che è iniziato a Castello D’Alberts con la donazione di 11 immagini scattate nelle Badlands nei luoghi del paesaggio sacro nordamericano.

Il Paesaggio Sacro Nordamericano  costituisce una sorta di rivisitazione dei luoghi oggetto delle immagini dell'installazione del 2010.

Siamo nelle Black Hills e nelle Badlands nel Sud Dakota, le terre che hanno ospitato le battaglie più cruente delle guerre tra nativi e anglo-americani,  vediamo il luogo di sepoltura di Red Cloud, il cimitero di Wounded Knee  o ci troviamo  dinnanzi a Bear Butte, la montagna riconosciuta sacra da più di 60 diversi gruppi indigeni, dove ancora oggi ci si reca per pregare, digiunare e ricevere e offrire doni e preghiere al Creatore.

Il tempo scorre, ma la capacità di Douglas Beasley di trasmettere la sensazione di questi luoghi, il loro spirito, piuttosto che semplicemente il loro aspetto, non cambia: assistiamo, come sempre, al suo sforzo di essere totalmente presente, di fronte alle manifestazioni della natura come di fronte alle persone, e di vedere le relazioni attraverso la fotografia: connettersi con l'essenza di ciò che ci sta davanti ci stimola a creare l'immagine.

 Quello che é cambiato invece é la duplice valenza di queste immagini: da una parte guardiamo con meraviglia questi luoghi considerati sacri dai Lakota (Sioux) e condividiamo la scelta di Beasley  di onorare gli Indiani nordamericani fotografando quanto a loro è più sacro e quanto maggiormente esprime i loro valori e la loro spiritualità. Dall'altra parte, siamo testimoni del suo desiderio di non voler documentare questi siti, ma di volerne rivelare “il senso”, nella speranza di condividere l'importanza di preservare questa terra per l'arricchimento spirituale delle generazioni a venire.

Informazioni: info@visionquest.it, 010 2464203 - 335 6195394

 

 


Ci sono 0 commenti relativi al post "Cosa fare a Genova Sabato 22 e Domenica 23 Febbraio."
Rispondi
La tua email non verrà resa pubblica
Invia Commento
Farmacia Serra Genova © 2020 p. iva: 03560480109