0
dss 0
0 0,00€
Il carrello è vuoto!

Tamponi molecolari, salivari ed antigenici: quali sono le differenze?Quali servono per avere il green pass?

In questo periodo di green pass obbligatorio le domande sui tamponi ed il loro funzionamento sono quotidiane. I metodi di identificazione del il Covid-19 sono numerosi e differenti anche come affidabilità.Non tutti i tamponi permettono di accedere al Green pass.Ecco quali tmaponi servono per avere il grren pass.
 
 
TAMPONE MOLECOLARE NASO-FARINGEO —
È il test principale è usato dai primi tempi della pandemia, ancora oggi è considerato l’esame diagnostico di riferimento internazionale per la rilevazione del SARS-CoV-2 e quello da usare per certificare l’avvenuta guarigione. Il tampone molecolare è in grado di rilevare gli acidi nucleici del virus attraverso l’impiego della PCR (dall’inglese Polymerase Chain Reaction, Reazione a Catena della Polimerasi): la sua tecnica sofisticata riesce ad identificare il virus anche a bassa carica virale nei soggetti sintomatici, pre-sintomatici o asintomatici. È quello considerato migliore perché individua chi è infettato e anche chi è infettante. Per questo possono effettuarlo solo operatori esperti e i risultati richiedono 24/36 ore. La sua validità è di 72 ore. Non effettuabile in farmacia ed a casa.
Accuratezza: circa il 100%
 
TAMPONE MOLECOLARE ORO-FARINGEO —
È un tampone molecolare, ma il materiale biologico da analizzare viene dalla gola invece che dal naso.Gli viene preferito (o associato) quello nasale: perché il virus, non replica nel cavo orale, ma ci arriva attraverso il naso dove è presente in quantità maggiori, e dove dunque è più facile individuarlo. Non effettuabile in farmacia o a casa.
Accuratezza: 80/90%
 
TAMPONE ANTIGENICO NASALE —
È il cosiddetto tampone rapido: ricerca gli antigeni (componenti proteiche) del virus e non l’intero genoma virale o parti di esso, a differenza del test molecolare. Per questo la sensibilità è inferiore: l’antigenico è in grado di riconoscere solitamente chi ha una carica virale elevata. In caso di carica virale bassa caratteristica degli asintomatici, potrebbe essere ingannare e dare un falso negativo, soprattutto nelle prime ore dalla comparsa dell’infezione.Il grande vantaggio rispetto al test molecolare è il tempo necessario per avere un risultato: 15/20 minuti. La sua valdità è di 48 ore. Si può fare in farmacia ( non da noi). È quello che viene usato in farmacia per il rilascio del Green pass.
Accuratezza: 80% o più (dipende dalle fasi del Covid)
 
TEST SALIVARE RAPIDO —
Il tampone salivare rapido cerca il SARS-CoV-2 nel cavo orale dove, in realtà, ce n’è poco. Per questo non raggiunge i livelli minimi accettabili di sensibilità e specificità. È sicuramente più comodo ma non fa parte dell’elenco dei test validi per ottenere il Green Pass. Ma il CTS non ne ha soppresso del tutto l’utilizzo: lo considera un’alternativa per bambini e individui fragili, con difficoltà a sottoporsi ai tamponi nasali (soprattutto se frequenti).
Accuratezza: attorno al 50/70%
 
TAMPONI FAI-DA-TE —
Da questa estate è possibile acquistare anche in Italia tamponi fai-da-te, che richiedono di strofinare un tampone nasale all’interno delle narici e quindi esporlo a un reagente per avere una diagnosi in circa 15 minuti perché siano affidabili i risultati bisogna seguire meticolosamente le istruzioni.Visto che il virus si annida nella parte posteriore del naso, dove però non tutti si spingono col bastoncino per il fastidio.
Si possono rivelare come una pratica soluzione per tutte le persone che vogliono sapere se il mal di gola o febbre sono portati dal Covid o da fastidi stagionali ovviamente in caso positivo vanno approfonditi con tamponi molecolari o antigenici.
Accuratezza: dipende dalla precisione di chi lo effettua.

Ci sono 0 commenti relativi al post "Tamponi molecolari, salivari ed antigenici: quali sono le differenze?Quali servono per avere il green pass?"
Rispondi
La tua email non verrà resa pubblica
Invia Commento
Farmacia Serra Genova © 2021 p. iva: 03560480109